PROGRAMMA ATTIVITÀ 2017-2018
Conferenze e uscite

"Fare paesaggio tra biodiversità e identità ambientali

 

WELCOME IN VDS (6-7/10/18)

Gita di benvenuto in VerDiSegni

Il treno del Bernina e le rupi del vino in Valtellina

Come gita di benvenuto per il nuovo ciclo 2018-2019, VerDiSegni propone un interessantissimo viaggio di due giorni, il 6 e il 7 ottobre, che porterà il viaggiatore ad ammirare paesaggi di montagna attraverso i finestrini-cornice del treno rosso del Bernina. Non mancherà una visita al TAC Garden, appena inaugurato. La seconda giornata sarà dedicata al paesaggio della Valtellina, capolavoro di complicità tra uomo e ambiente, tra artificio e natura.

Programma:

6 ottobre

Il primo giorno attraverseremo i paesaggi di montagna in cui la ferrovia retica si incunea fra St. Moritz e Tirano. Passi, trafori, gallerie, ponti e viadotti ci forniranno spunti sul paesaggio, inserendosi meravigliosamente in esso. La linea del Bernina è la tratta della trasversale alpina più alta di tutta Europa, oltre che una delle ferrovie ad aderenza naturale più ripide al mondo. La ferrovia retica è un unicum armonico e spettacolare in cui l’intervento umano è riuscito ad integrarsi in un paesaggio di alta montagna ed ha contribuito a sbloccare l’isolamento delle comunità montane.

Colazione della giornata: partenza da Milano per St. Moritz, visita e pranzo libero, imbarco sul treno del Bernina fino a Tirano (durata 2 h), spostamento a Teglio e visita del TAC Garden, appena inaugurato. Spostamento in albergo e cena tipica con quattro portate con prodotti locali.

7 ottobre
La seconda giornata ci permetterà di godere della Valtellina, un’oasi di verde circondata e limata dall’attività umana. Alzando lo sguardo ovunque si coglie la complicità tra uomo e ambiente, tra artificio e natura. I paesaggi naturali e l’agricoltura artificiata hanno trovato un loro equilibrio che qui culmina negli spazi disegnati dei “terrazzamenti vitati”.

Programma della giornata: Colazione e visita di Casa vitivinicola con lettura del paesaggio locale. Partenza per Piuro, visita giardino cinquecentesco del palazzo Vertemate Franchi. Pranzo libero e al ritorno verso Milano, sul Lago di Como breve sosta a Varenna per visita Villa Cipressi (ancora in forse per via delle tempistiche). Ritorno a Milano.

Per iscriversi, cliccare qui.

Scarica la locandina

IL NUOVO BOLLETTINO 2018 E’ ONLINE

Il paesaggio oltre che una sintesi è un programma

Da ambienti e culture diversi derivano impostazioni e disegni differenti, che hanno prodotto identità paesistiche originali e prodotto sul paesaggio effetti dissimili tra loro.
Con questa prefazione, cari lettori, rammento il tema della stagione di incontri di VerDiSegni attualmente in corso di svolgimento a cui la maggior parte di voi ha preso parte e mi sento di azzardare, apprezzato.
Quello che oggi ci appare scontato è il frutto di un ragionamento sviluppatosi nei secoli e non ancora giunto a compimento, che ci vede sempre più coinvolti e responsabili. Ma andiamo per gradi.
In generale, l’evoluzione dell’idea di paesaggio, almeno fino all’inizio del ‘900, è stata fortemente legata all’evoluzione del giardino che, probabilmente, di quel paesaggio è la forma primigenia.
Come è noto la paesaggistica italiana affonda le proprie radici nel giardino formale, che…[continua a leggere]

Sfoglia il bollettino

Scarica il bollettino